COVID

Obbligo vaccinale sanitari

Il Decreto Legge 24/03/2022 n. 24 ha ulteriormente modificato il precedente Decreto Legge 01/04/2021 n. 44 prolungando l’obbligo vaccinale anti-Covid per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario fino al 31/12/2022.

Di conseguenza la sospensione dall’esercizio professionale per inosservanza dell’obbligo vaccinale perdura fino al 31/12/2022, salvo regolarizzazione o ulteriori interventi normativi.

Informazioni relative al COVID-19 (SARS-CoV-2)

Informativa sul trattamento dei dati relativa alle procedure di cui all’art. 4 d.l. n. 44/2021, convertito, con modifiche, dalla l. n. 76/2021, come modificato dal d.l. n. 172/2021.

Gentili colleghi,

si mette a Vostra conoscenza la presente informativa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg. UE 2016/679, al fine di fornire le informazioni sul trattamento disposto dallo scrivente Ordine in ottemperanza alle previsioni di cui alla normativa in oggetto.

Titolare del trattamento è lo scrivente Ordine delle Professioni Infermieristiche di Belluno (c.f. 80008700256), in persona del Presidente e l.r.p.t., con sede in Belluno 32100 – P.le Resistenza 3, il cui indirizzo di contatto è presidente@opibelluno.it; lo scrivente ha nominato l’avv. Croari Giuseppe quale Responsabile della Protezione Dati, il quale può essere contattato al seguente indirizzo croari@pec.fclex.it

Il trattamento è realizzato per l’assolvimento delle disposizioni della citata normativa di cui all’art. 1 d.l. n. 172/2021 e sue eventuali ss.mm.ii., in esecuzione dei compiti di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri attribuiti alla scrivente ed agli Ordini Delle Professioni Infermieristiche territoriali ed essendo il trattamento necessario per motivi di interesse pubblico rilevante sulla base della norma in parola, consistenti nel fine di assolvere al ruolo di enti sussidiari dello Stato nella specie deputati a consentire di “tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni di cura e assistenza” (cfr. art. 1, comma 1, d.l. n. 172/2021).

I dati personali trattati consistono in dati comuni identificativi degli interessati strettamente necessari ad eseguire la verifica automatizzata del possesso delle certificazioni verdi COVID-19 comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione anti SARS-CoV-2, nonché in dati particolari concernenti lo stato di salute, inerenti allo stato di avvenuta vaccinazione anti SARS-CoV-2.

L’origine dei dati particolari trattati è la Piattaforma nazionale digital green certificate (Piattaforma nazionale-DGC), per il tramite della Federazione nazionale Ordini Delle Professioni Infermieristiche, mentre i destinatari dei dati sono la medesima Federazione e il datore di lavoro dell’interessato, oltre agli eventuali ulteriori destinatari ai quali i dati debbano essere trasmessi nel rispetto delle disposizioni vigenti in tema di provvedimenti di sospensione dei professionisti sanitari, conseguenti all’accertamento del mancato assolvimento dell’obbligo vaccinale anti SARS-CoV-2.

Il dato relativo alla avvenuta sospensione, privo delle ragioni della stessa, è reso pubblico mediante annotazione sull’albo, nel rispetto di quanto prescritto dall’art. 1, comma 4, d.l. n. 172/2021.

Per le nuove iscrizioni, i dati particolari trattati potrebbero essere raccolti direttamente presso l’interessato ovvero, ove consentito, con le modalità descritte al paragrafo relativo all’origine dei dati. Tali dati particolari non sono trasmessi a terzi destinatari, mentre i dati comuni potrebbero essere inviati ai destinatari a cui debbano essere trasmessi nel rispetto delle disposizioni vigenti in tema di diniego o accoglimento delle istanze di iscrizione agli albi ed elenchi speciali ad esaurimento degli Ordini delle professioni sanitarie. La comunicazione di tali da parte dell’interessato costituisce un obbligo legale; in caso di mancata comunicazione degli stessi, non sarà possibile procedere all’iscrizione.

La durata del trattamento coincide con la vigenza della normativa citata di cui all’art. 1 d.l. n. 172/2021 e sue eventuali ss.mm.ii. Per i termini di conservazione dei soli dati necessari ad attivare le procedure di cui all’art. 4, comma 3, d.l. n. 44/2021, convertito, con modifiche, dalla l. n. 76/2021, come modificato dal d.l. n. 172/2021 – con ciò riferendosi ai dati relativi ai soggetti non vaccinati, come risultanti dalla Piattaforma nazionale-DGC e dalla eventuale documentazione dai medesimi prodotta – deve farsi riferimento a quanto necessario per il perseguimento delle finalità in esame, nel rispetto di quanto previsto in tema di obblighi per gli archivi storici. Non è prevista la conservazione dei dati rilevanti relativi a coloro che siano risultati in regola con l’obbligo vaccinale mediante la consultazione automatizzata della piattaforma nazionale-DGC.

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica e la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento dei dati personali che lo riguardano e di opporsi al trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati, ove applicabili, ed il diritto di proporre reclamo ad una autorità di controllo.

Il Presidente

dr. Luigi Pais dei Mori

Belluno, 20 dicembre 2021

 

COVID-19, vaccino e facezie: alcuni passi insieme a Infermieri e Cittadini – 1 Scienza e democrazia

| COVID
Scopri di più

COVID-19, vaccino e facezie: alcuni passi insieme a Infermieri e Cittadini – 2 Opinioni

| COVID
Scopri di più

COVID-19, vaccino e facezie: alcuni passi insieme a Infermieri e Cittadini – 3 Il valore della deontologia

| COVID
Scopri di più

COVID-19, vaccino e facezie: alcuni passi insieme a Infermieri e Cittadini – 4 Dubbi e Risposte

| COVID
Scopri di più

COVID-19, vaccino e facezie: alcuni passi insieme a Infermieri e Cittadini – 5 Only the brave!

| COVID
Scopri di più